SUCCESSO SUL VELLUTO PER IL PARMA CLIMA NELLA PENULTIMA GARA DI CAMPIONATO. GODO SCONFITTO 10 A 0

 

 

Facile successo per il Parma Clima nella prima gara del “doubleheader” contro il Godo. La squadra di Guido Poma si è imposta con il risultato di 10 a 0 al termine di una gara a senso unico decisa da un quarto attacco che si è trasformato in un “big inning” da sette punti. Da segnalare le eccellenti prestazioni nel box di Riccardo Paolini (4 su 5), Stefano Desimoni (3 su 4) e l'esordio nel massimo campionato (con battuta valida!) di Arturo Amoretti.

LA CRONACA

Nel Parma Clima è ancora a riposo Sebastiano Poma. La linea degli esterni è così formata da Desimoni, Koutsoyanopulos e Viloria. In terza gioca Francesco Pomponi con Gradali designato e Zileri che usufruisce di un turno di riposo.

Gli ospiti variano qualcosa rispetto alla gara di mercoledì. Nel nove iniziale non c'è Luca Servidei. Bucchi gioca in seconda con Monari che difende la prima base e sale al secondo posto del line-up. I fratelli Meriggi sono ai lati dell'ex Tanesini nella linea degli esterni con Marco Sabbatani DH. Sul monte di lancio si sfidano il veterano Matteo Galeotti e il giovane Michele Pomponi.

Il Godo prova a colpire al primo attacco con un gran doppio di Marco Servidei ma Pomponi reagisce positivamente eliminando Monari, Tanesini ed Evangelista. Al cambio di campo il Parma Clima si porta in vantaggio per 1 a 0 sfruttando i singoli di Paolini, Desimoni e Sambucci: il raccolto potrebbe essere più abbondante ma Galeotti chiude le porte eliminando consecutivamente Koutsoyanopulos e Viloria.

Al terzo inning gli ospiti interrompono una serie di sette out consecutivi di Pomponi con un singolo al centro di Giacomo Meriggi: l'esterno ravennate ruba la seconda ma non può proseguire oltre a causa delle eliminazioni di Servidei (quinto strikeout di Pomponi in tre sole riprese) e Monari.

Il Parma Clima lascia troppi corridori sulle basi (sei nelle prime tre riprese) ma al terzo inning riesce ad imprimere un'accelerazione. Mirabal (colpito) e Koutsoyanopulos (quattro ball) raggiungono la prima base senza girare la mazza e completano il giro dei cuscini grazie alle valide di Gradali e Sorrentino: il parziale di 3 a 0 semplifica il lavoro a Michele Pomponi che al quarto si trova a dover fronteggiare una situazione di pericolo. Tanesini e Davide Meriggi battono valido e poi inscenano una riuscita azione di doppia rubata che li porta in seconda e terza base con un solo out: l'opportunità però sfuma con Gelli che mette in campo un “comebacker” ben difeso dal pitcher ducale e con Sabbatani che viene facilmente eliminato dall'attento Paolini.

Al cambio di campo la partita prende una piega definitiva con il Parma Clima che mette sette punti sul tabellone battendo sette valide e sfruttando il definitivo calo di Galeotti, l'incerto rilievo di Pizzolini e due errori difensivi.

Sul 10 a 0 la gara non ha più nulla da offrire. Michele Pomponi (nessun punto, cinque valide, sette k) lascia il monte di lancio a Mattia Aldegheri e Francesco Nardi dopo cinque riprese e festeggia la seconda vittoria personale della stagione.

Alle 20:30 l'ultima gara di campionato con Luis Lugo sul monte di lancio.

Nella foto Michele Pomponi, lanciatore vincente (credit Parma baseball)