IL PARMA HA OSPITATO LA SECONDA EDIZIONE DEL SUPER CLINIC

Sabato scorso il 1949 Parma Baseball Club ha ospitato allo stadio “Nino Cavalli” la seconda edizione del “Lousville Super Clinic”, il try-out rivolto a giovani prospetti italiani ed europei desiderosi di cimentarsi con un provino sotto gli occhi di tecnici e campioni di grido del panorama del baseball italiano.

Sotto lo sguardo attento di Mario Chiarini, dei tecnici Marco Nanni, Federico Bassi, Giacomo Bertoni, Stefano Bolzoni, Stefano Chiuri, Filippo Spataro e dello scout dell’organizzazione dei Boston Red Sox Renè Saggiadi, venticinque ragazzi dai 15 ai 21 anni si sono sottoposti a prove tecniche e atletiche, hanno misurato la velocità dei loro lanci e mostrato la loro abilità difensiva e nel giro di mazza. Tra di loro anche un gruppo di ragazzi sloveni, desiderosi di mettersi alla prova con un baseball di livello più alto rispetto a quello cui sono abituati.

Alla fine della giornata gli organizzatori hanno espresso soddisfazione per la riuscita dell’evento. Renè Saggiadi ha spiegato come si è svolto il clinic: “Quello di oggi è stato un “pro  Try-out”, ossia un provino in stile professionistico. I ragazzi hanno corso le sessanta yards per verificare la loro velocità, successivamente si sono dedicati alla difesa, suddivisi per ruolo, poi una sessione di batting-practice e infine bull-pen per i lanciatori allo scopo di misurare la potenza dei loro lanci.”

Per lui è stata un’esperienza sicuramente positiva: “Sia per noi che li abbiamo visti per la prima volta, sia per loro, che avranno da questo punto in avanti un benchmark sul quale costruire i loro progressi futuri.”

Marco Sforza, responsabile marketing di Lousville Slugger e Baseball Pro-shop, che ha curato la manifestazione, si è dichiarato “molto soddisfatto, della partecipazione e soprattutto per il livello tecnico. L’obiettivo è quello di far misurare i ragazzi da un parterre di tutto rispetto”

Mario Chiarini, infine, è entrato un po’ nei dettagli tecnici:  “Erano ragazzi molto giovani, che avremo modo di rivedere in futuro e di valutare i loro progressi e il loro sviluppo fisico. Abbiamo notato alcuni ragazzi dotati di buona velocità di lancio e altri con un buon giro di mazza. La qualità c’era.”

Anche la Società del Parma Baseball è soddisfatta del successo del Try-Out. La nostra Città si è posta ancora una volta come importante polo nazionale di questo sport, con l'ospitalità di questo evento, che ha portato sulla terra rossa del "Cavalli" atleti con tanta voglia di dimostrare dal territorio nazionale e anche da oltre confine.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments

  • No comments found